Come creare un disco di ripristino Windows 10

DVD_installazione_windows_10.jpg

Buongiorno, oggi parleremo di come creare un dico di ripristino Windows 10, dopo aver eliminato i file doppi del nostro hard disk ed aver liberato spazio ho pensato di dover mettere in sicurezza il mio computer.

Il mio pc nasce con sistema operativo Windows 7 ma tramite il sistema automatico e gratuito che ha messo in funzione Microsoft è stato aggiornato a Windows 10, ora mi ci trovo benissimo ma se dovessi formattare e ripristinare tramite la partizione nascosta dell’Hard Disk mi ritroverei con Windows 7 e dovrei ricominciare tutto da capo, così ho pensato di creare un disco di ripristino di Windows 10 da masterizzare e tenere da parte per sicurezza.

Per prima cosa bisogna scaricare dal sito Microsoft il programma Media Creation Tool, questo Tool permette di fare due cose:

  1. Aggiornare manualmente windows 10
  2. Creare un cd di installazione di windows 10

Una volta scaricato il programma lo si apre a si risponde Si alla richiesta del Controllo account utente, ora potremmo scegliere fra le due opzioni di funzionamento del programma, io personalmente ho prima Aggiornato il pc e solo dopo creato il disco.

Per creare il CD di installazione di Windows 10 bisogna selezionare la voce Crea un supporto di installazione per un altro PC e premere sul tasto Avanti.

Apparirà una seconda schermata che verrà impostata automaticamente, ma nel caso non andasse bene potete modificare le selezioni manualmente, le voci interessate sono Lingua, Edizione (Home o Pro) e Architettura (32 o 64 bit).

Una volta selezionate le voci corrette dai menu a tendina o aver accettato le impostazioni date in automatico, premere nuovamente il tasto Avanti.

Potrete scegliere se creare un CD/DVD di ripristino o creare una unità USB (le comuni chiavette) per installare Windows 10, io ho preferito un DVD, anche perché altrimenti avrei dovuto sprecare una penna USB da 16 GB, quindi ho selezionato File ISO e nuovamente ho premuto sul tasto Avanti.

A questo punto è necessario avere un po’ di spazio su disco per salvare il file ISO e dire dove salvarlo temporaneamente, dopodichè è solo una questione di tempo e attendere che la procedura finisca (è necessario l’accesso alla rete per scaricare i file di Windows 10).

Al termine della procedura premere sul tasto Fine ed attendere ancora qualche minuto poiché il programma avvierà una procedura di pulizia per eliminare i dati scaricati per la creazione del disco e liberare nuovamente lo spazio occupato sull’hard disk.

A questo punto avete terminato e potete masterizzare il vostro DVD di installazione di Windows 10.

Come fare Backup dati in automatico

data_backup.jpg

Buongiorno a tutti, oggi parleremo di come fare un backup dei dati del nostro computer in maniera più o meno automatica.

Dopo aver liberato spazio sul mio disco rigido mi sono accorto che la maggior parte dei dati che avevo erano foto e video e mi sono posto il problema di effettuare delle copie di sicurezza di questi ricordi.

Vista la mole di dati ed il fatto che reputo poco sicuri i sistemi di Cloud, ho deciso di escluderli dalle mie possibilità, pertanto ho optato per l’utilizzo di un Hard Disk Esterno su cui salvare una copia di tutto.

Salvare una copia dei miei dati è piuttosto semplice, si potrebbe effettuare tramite il Copia e Incolla messo a disposizione da qualsiasi sistema operativo ma ho deciso di affidarmi ad un programma di Backup in modo tale da non dover impazzire nell’aggiornare questi dati ogni volta che modifico una foto o ne aggiungo di nuove.

La mia scelta è caduta su FreeFileSync, un programma eseguibile sul mio Windows 10 scaricabile dal sito www.freefilesync.org

Una volta scaricato ed installato il programma lo si può avviare e ciò che appare è questa schermata:

Free File Sync Backup

Cominciamo con il funzionamento di base, il Percorso Relativo di sinistra rappresenta la cartella di origine mentre quello di destra la destinazione (o copia di Backup).

Vi sono 4 tipologie di Sincronizzazione che è possibile selezionare tramite l’icona Ingranaggio Verde:

Due Vie:  Identifica e propaga cambiamenti su entrambi i lati.

Specchio: Creare un backup specchio della cartella di sinistra aggiornando la cartella destra.

Aggiorna: Copiare i file nuovi e aggiornati nella cartella destra.

Personalizza: Configura le tue regole di sincronizzazione.

Io personalmente ho deciso di utilizzare Specchio volendo avere una copia dei dati presenti sul disco fisso anche sul Hard Disk Esterno, dopodichè ho scelto il metodo di comparazione, ossia il metodo con cui il programma analizza le due cartelle e decide quali file sono nuovi o aggiornati, anche qui i metodi sono differenti:

Ora e dimensione: Identificare i file uguali confrontando data di modifica e dimensione.

Contenuto del file:  Identificare i file uguali confrontando il contenuto del file.

Dimensione del file: Identificare i file uguali confrontando le dimensioni del file.

Ho scelto il primo metodo perché è il più veloce e non mi aspetto di avere file dal contenuto diverso modificati nello stesso momento.

Dopo aver scelto il metodo di sincronizzazione e quello di confronto ho selezionato la cartella di origine tramite il tasto Sfoglia sulla sinistra, e la cartella di Backup tramite il tasto Sfoglia sulla destra, ora tutto è pronto e potete premere sul tasto Compara per avviare l’analisi.

Al termine dell’analisi verrà mostrato il risultato con il numero di file da Aggiornare, da Creare e da Cancellare, premendo sul tasto Sincronizza si darà il via alla copia effettiva dei dati.

Il procedimento descritto creerà una copia di Backup della cartella selezionata e delle sue sottocartelle,  ma se si volesse sincronizzare più cartelle poste il posizioni differenti sarebbe sufficiente premere sull’icona Più accanto all’indirizzo della cartella di origine per aggiungere un’ulteriore riga da cui selezionare una seconda origine e seconda destinazione questo per tutte le cartelle da salvare.

Ora che si ha tutta la procedura per effettuare un Backup possiamo salvarla in modo tale da non doverla reimpostare ogni volta che si vuole effettuare un aggiornamento.

Premendo sul menu File alla voce Salva come processo Batch, questo creerà un’icona sulla quale premendo partirà in automatico la procedura di sincronizzazione appena creata.

Bene, avete messe in sicurezza i vostri dati, alla prossima

Come liberare spazio su disco rigido usando Duplicate File Finder

liberare_spazio_su_disco_fast_duplicate_file_finder.jpg

Siamo arrivati alla fase finale della pulizia del mio Disco Rigido iniziata la settimana scorsa, abbiamo già raggiunto risultati apprezzabili usando Duplicate Finder ma ho cercato un modo per essere ancora più preciso nella ricerca per questo ho optato per Fast Duplicate File Finder scaricabile dall’indirizzo:

http://www.auslogics.com/en/software/duplicate-file-finder

Questo programma analizza ogni tipo di file, dalle immagini ai video e perfino i ROW della mia macchina fotografica Reflex, è piuttosto veloce ma con la mole di dati che ho ancora da analizzare non si può pretendere la luna, quindi ho deciso di impostarlo per trovare solo i file identici al 100% e con lo stesso nome ed estensione (questo perché so che la maggior parte dei doppioni presenti nel mio HDD sono copie file quindi hanno lo stesso nome).

Fast duplicate file finder

Quindi una volta istallato Fast Duplicate File Finder sul nostro PC, lo si apre e si imposta la voce Method con 100% Equal Files (faster), poi si seleziona la voce Compare only files with same extensions, ora è tutto pronto per trovare i doppi ma deve sapere dove cercare.

Premendo sul tasto Add Folder si aprirà una finestra da cui selezionare le cartelle da analizzara, potete aggiungerne quante ne volete ed una volta terminata la selezione premere sul tasto Start Scan.

L’elaborazione potrebbe essere lunga ma alla fine apparirà l’elenco dei file doppi o tripli, verranno selezionati in automatico i file da cancellare ma io consiglio di premere sul pulsante Uncheck All e riselezionare ogni doppione manualmente.

Al termine della selezione premere sul tasto Delete Checked Files, questo cancellerà tutto ciò che è stato selezionato e rimarranno solo gli originali.

Questa è la prima fase di scrematura, ora se volete, potere ripetere la scansione deselezionando Compare only files with same extensions o addirittura trovare immagini non perfettamente identiche ma simili, questo ridurrà ulteriormente il numero di file sul vostro computer e liberando spazio.

Questa è stata l’ultima delle operazioni che ho eseguito per liberare spazio sul mio Hard Disk, il risultato finale è stato liberare 160 GB, chiaramente ha funzionato proprio per la natura dei file che avevo sul mio disco ma spesso i dischi si riempiono porprio per questo tipo di file immagini e video.

Ora che ho finito mi sono accorto di avere tantissime foto ricordo e video ed un dubbio mi ha assalito, che faccio se mi si rompe il computer? Perdo tutto!!! E da qui ho cominciato a cercare una soluzione che vi illustrerò nel prossimo articolo come fare Backup dati in automatico.

Alla prossima

Come liberare spazio su disco rigido usando Duplicate Finder

liberare_spazio_su_disco_duplicate_finder.jpg

In questo articolo continueremo il lavoro iniziato con il precedente articolo  Come liberare spazio su disco rigido affidandoci al primo programma per trovare ed eliminare le immagini Duplicate Awesome Duplicate Photo Finder.

In principio ho dovuto testare diversi programmi prima di trovarne uno che funzionasse decentemente su Windows 10 ma alla fine con Photo Finder ho trovato una soluzione abbastanza performante.

Prima di tutto bisogna scaricare l’ultima versione del programma dal sito www.duplicate-finder.com

Una volta installato ed aperto si presenterà con la finestra qui sotto

 

duplicate_foto_finder

 

Premendo sul tasto + si aprirà la schermata da cui è possibile selezionare le cartelle da analizzare, una volta selezionate tutte le cartelle in cui pensate che vi siano immagini dovrete impostare il programma in modo che cerchi solo i file identici.

Premendo sul menu Settings selezionare la voce Search Only 100% Identical Pictures dopo premere su OK.

Ora il programma è impostato per cercare i file immagine identici all’interno delle cartelle selezionate, premendo sul tasto Start search inizierà la ricerca, è una procedura piuttosto lunga perciò assicuratevi di avere molto tempo se avete molte immagini, il fatto stesso di cercare le sole immagini identiche accelererà la procedura che comunque avrà una velocità proporzionale al numero di file elaborati.

Al termine dell’analisi verrà visualizzata una lista dei file doppi, selezionando le righe verranno visualizzate le due immagini e se effettivamente identiche potrete decidere quale delle due eliminare premendo su bottone a forma di cestino posto sotto l’immagine.

Questo programma confronta ogni immagine con tutte le immagini selezionate ma questo genera un po’ di confusione, infatti, l’immagine A potrebbe comparire sia nell’elenco di destra che in quello di sinistra poiché duplicato di una terza immagine, questo fa si che ho valutato come rischioso affidarsi a questo programma per effettuare la cancellazione dei file, soprattutto perché non permette, nella sua versione free, la cancellazione multipla, pertanto ho utilizzato questo programma per evidenziare, ordinando le due liste, le cartelle in cui si trovano la maggior parte dei duplicati.

Perché ho preferito fare questo passaggio intermedio per trovare ed eliminare i file doppi? Semplice, perché avevo il dubbio e poi la certezza di non aver file duplicati ma intere cartelle e con questo metodo vedendo le cartelle maggiormente duplicate, è stato possibile semplicemente cancellarle tramite windows accelerando di moltissimo le operazioni.

Questa procedura ha ridotto di molto il numero delle cartelle e dei file da verificare e mi ha permesso il passo successivo, ossia analizzare immagine per immagine  al fine, questa volta, di eliminare puntualmente il file e non la cartella ed ha evidenziato un secondo problema che non avevo tenuto in considerazione: utilizzando una reflex digitale per ogni immagine analizzata esisteva un file ROW grande più del doppio che probabilmente era anche esso duplicato.

Per una analisi puntuale ho deciso di utilizzare un secondo programma più preciso e che permettesse la cancellazione multipla dei file direttamente al suo interno ed inoltre che confrontasse non solo i file immagine ma anche altri tipi di file Fast Duplicate File Finder.

Parleremo del prossimo passo verso la pulizia del nostro disco nel prossimo articolo.

Come liberare spazio su disco rigido

liberare_spazio_su_disco.jpg

Il mio PC è un HP Pavilion G6 con 500 GB di Hard Disk e Windows 10 come sistema operativo, lo uso principalmente per lavoro ma anche per scopi privati e dopo anni di servizio sono arrivato al punto di avere pochi GB a disposizione.

Dopo diversi giorni di lotta contro la lentezza del computer mi sono deciso a liberare spazio sul disco e quindi mi sono approcciato a questo problema con le operazioni di base che più o meno descrivono tutti su qualsiasi forum ossia la Pulizia del Disco, la Deframmentazione e la Pulizia del Registro.

La Pulizia del disco sul mio Hard Disk si è rivelata insufficiente, infatti, dopo l’analisi, selezionando tutte le voci di cancellazione lo spazio recuperato era solo 1 GB, la deframmentazione addirittura era stata valutata non dispensabile avendo frammentato lo 0% del disco, infine la pulizia del registro ed anche delle applicazioni fatta tramite CCleaner dal punto di vista dello spazio è servita a poco mentre ha avuto decisamente effetti sulla velocità del pc.

A questo punto ho raggiunto un primo obiettivo, ossia aver reso il mio pc un pochino più veloce ma ancora non ho spazio su disco… un paio di GB non sono nulla oggi giorno!

A questo punto si arriva alla conclusione che c’è bisogno di cancellare pochi file di grandi dimensioni e non semplici temporanei ma come trovarli?

Ci sono 2 cose su cui dovremmo concentrarci a questo punto, la prima sono i programmi mentre la seconda è composta da foto e video.

Iniziamo dai programmi, spesso si installano programmi solo per provarli o perché si sta cercando di far qualcosa di particolare e poi non si utilizzano più, questi programmi occupano spazio su disco e spesso anche tempo di elaborazione venendo eseguiti in background, come fare ad eliminarli? Si utilizza una delle funzioni del Pannello di controllo.

Per raggiungere il pannello di controllo si deve premere con il tasto destro del mouse sul tasto START che in Windows 10 è identificato dal simbolino di windows posto in basso a sinistra dello schermo.

Dal menu a tendina risultante selezionare Pannello di controllo, una volta aperta la finestra selezionare Visualizza per  Icone piccole, in modo tale da vedere separatamente tutte le voci del pannello e a questo punto avviare Programmi e funzionalità.

Programmi e funzionalità mostrerà un elenco completo dei programmi installati sul vostro pc e potrete ordinarli per Nome, per data di installazione e per dimensione, scandagliate la lista e quando trovate un programma inutile, vecchio o mai utilizzato premete sul nome del programma con il tasto destro del mouse e selezionate Disintalla, questa operazione cancellerà il programma dal vostro computer liberando spazio sul Disco.

Questa operazione potrebbe liberare molto spazio o poco a seconda di quanto siete stati maldestri e disattenti nell’istallare programmi in passato, io lo sono stato abbastanza ed ho guadagnato 5 GB.

Cominciamo ad intravvedere un risultato ma a questo punto possiamo spingerci oltre e valutare i documenti nel nostro computer ed in particolare foto e video, nel mio caso, essendo appassionato di fotografia mi sono reso conto di avere copie delle copie delle copie delle mie foto, fatte e rifatte per provare piccole modifiche con photoshop e simili ecco dove sono i miei GB!

Con 65000 documenti distribuiti in centinaia di cartelle spesso non organizzate e con nomi anonimi tipo DCIM mi è stato subito chiaro che il lavoro manuale sarebbe stato infinito quindi da qui la ricerca di programmi che analizzino questa massa di file e mi facciano vedere le immagini uguali.

Nel prossimo articolo vi spiegherò quali programmi utilizzare a questo scopo e come utilizzarli.

Come liberare spazio su disco rigido usando Duplicate Finder


Alessandro Russo e-mail:webmaster@russoalessandro.net